Ratifica della Convenzione di Istambul

Lunedì 27 e martedì 28 maggio è stata calendarizzata per i lavori della Camera e del Senato della Repubblica la ratifica della Convenzione di Istanbul, che l’Italia ha firmato il 27 settembre 2012, sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica.

Immagine

Dalla Casa delle Donne di Torino

 Lunedì 27 e martedì 28 maggio è stata calendarizzata per i lavori della Camera e del Senato della Repubblica la ratifica della Convenzione di Istanbul, che l’Italia ha firmato il 27 settembre 2012, sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica.
Siamo consapevoli che questa Convenzione è il primo strumento internazionale giuridicamente vincolante che crea un quadro giuridico completo per proteggere le donne e le bambine contro qualsiasi forma di violenza, nonché il primo trattato internazionale che riconosce la violenza sulle donne, quale violazione dei diritti umani e forma di discriminazione.
Riteniamo però che occorra anche ritrovare una stretta sinergia fra il Governo, la nuova ministra per le Pari Opportunità Josefa Idem, il Parlamento e la società civile in modo da costruire un quadro legislativo e di politiche certo e di affrontare questo dramma con misure concrete.
Sono necessarie risorse immediate:
– per impedire la chiusura dei centri anti-violenza esistenti;
– per mettere in rete i centri anti-violenza e potenziare il numero delle “case segrete”, garantendone il funzionamento con un sostegno economico permanente;
– per pianificare un progetto di prevenzione, anche culturale.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...