25 novembre 2014. Il colore dell’amore è rosso passione, non viola tumefatto. Il femminicidio non si ferma.

marica

di Marica Guazzora

La violenza degli uomini contro le donne non si ferma, in ogni parte del mondo.
“Ogni forma di violenza perpetrata nei confronti della donna è femminicidio. Non si viola solo il corpo, si viola la dignità, si calpesta la persona. E’ il predominio del maschio. E’ il sopruso del più forte nei confronti del più debole, che non si manifesta solo in questo campo. Le violenze degli uomini contro le donne non hanno passaporto: i violenti non hanno nazionalità. La violenza sulle donne è un fenomeno che non ha altra identità se non quella di genere maschile.
La maggior parte delle violenze le donne le subiscono in casa, dai propri uomini italiani, le statistiche parlano chiaro. Ma di questo si preferisce tacere mentre nel 53% dei casi l’aggressore di una donna è il proprio marito o partner, seguono le donne che dichiarano di subire violenza dal proprio convivente (9%), da parte del fidanzato (2%), mentre sono soltanto il 2% le donne che dichiarano di aver subito violenza o maltrattamenti da parte di uno sconosciuto. Non ci sono uomini italiani buoni e uomini stranieri cattivi, non ci sono uomini bianchi buoni e uomini di colore cattivi. Al più ci sono uomini che, per fortuna, non lo farebbero mai, ma ci sono anche uomini disposti a comprendere le ragioni di chi lo fa. Reagiamo contro tutte le violenze degli uomini sulle donne, sia in casa che in strada, sia fisiche che psicologiche. Uniamoci per esprimere e far sentire tutta la nostra rabbia contro chi strumentalizza le violenze per incuterci paura.
Diciamo No a una società che assume la cultura della violenza come parte intrinseca della vita e ritiene violabili la libertà e i diritti delle donne, delle lesbiche, delle migranti! E’ l’uomo che deve interrogarsi, è il maschio che è da educare. Cammino difficile ma non impossibile. Le donne non si arrendono. Noi donne comuniste non ci arrendiamo, continuiamo a lottare per la dignità delle donne e degli uomini, contro ogni sopruso, ogni violenza in ogni parte del mondo non solo il 25 novembre ma ieri, oggi, domani, sempre”

Il 25 novembre è la giornata internazionale per eliminare la violenza maschile sulle donne.
Questo articolo lo scrivevo nel 2011. Siamo nel 2014 e sono cambiati i numeri degli abusi, dei maltrattamenti, degli stupri, degli omicidi. In peggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...