L’apartheid globale che vuole il T-tip

di Bruno Amoroso

Il T-tip è la terza gamba del tavolo del nuovo potere globale affermatosi dagli anni Settanta, insieme a quella della finanza e dell’industria militare.Oggi le mire di espansione e esproprio dei grandi gruppi economici statunitensi e europei si estendono su scala intercontinentale e mondiale, soprattutto per contrastare il rischio che alcuni stati nazionali, o gruppi di stati, si diano forme di organizzazione economica autonome dai loro interessi.
Lo scontro in atto è tra i paesi dell’Asia e America Latina che difendono la propria sovranità nelle politiche economiche e l’oligarchia nord-occidentale che con una rete di strumenti giuridici politicamente imposti vuole abbattere queste resistenze per poter fare senza ostacoli le proprie scorribande ovunque.
La politica del governo italiano è appiattita sulle politiche europee dettate dai grandi gruppi e si rivela inutile sia a difendere gli interessi nazionali sia a rafforzare le opposizioni che pur esistono a livello europeo.

Continua a leggere…

ttp2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...